Blog Detail

IN ITALIA 155 ROBOT OGNI 10 MILA ESSERI UMANI, E C’È ANCHE IL PIZZAIOLO

21 Mar 16
AVF Staff
No Comments

L’Italia è al secondo posto in Europa per la robotica e fra le prime dieci nazioni al mondo per tasso di robotizzazione. Nel nostro paese i robot sono 155 ogni 10 mila addetti umani.

Le innovazioni in ambito di manipolazione e controllo, sensoristica e percezione, per migliorare l’interazione Uomo-Robot, sia dal punto di vista cognitivo sia da quello fisico, stanno aprendo scenari di utilizzo prima impensabili per le macchine automatiche. Tra gli esempi di robot troviamo RoDyMan e TOMM; il primo ha imparato a fare la pizza e a infornarla; il secondo è in grado di smistare le arance riconoscendo quelle da scartare.

Secondo uno studio commissionato dall’International Federation of Robotics (Ifr) a livello mondiale nel 2020 saranno tra i 10 e i 14 milioni i posti di lavoro generati dai robot. Numeri questi che fanno vacillare la tesi, condivisa da buona parte dell’opinione pubblica, secondo la quale l’avanzamento della robotizzazione e dell’automazione dei processi produttivi implichi necessariamente un calo occupazionale.  Al contrario, la robotica sostituendo l’uomo nei lavori più meccanici, porterà all’aumento della produttività e alla crescita del settore, e di conseguenza all’aumento dell’occupazione.  Ma la crescita più significativa sarà rappresentata dalla robotica di servizio, visto che per quella data si prevede l’acquisto di circa 35 milioni di robot per uso personale.

La Stampa, marzo 2016